Il Centro internazionale di Studi "Riccardo Zandonai" è attivo dal gennaio 2010, cresciuto a partire da una consolidata esperienza del Laboratorio Permanente "R.Zandonai" nato entro la Biblioteca Comunale "G.Tartarotti" di Rovereto che conserva la maggior parte dei materiali del musicista (partiture, lettere, testimonianze, stampa d'epoca, oggettistica).

Finalità del Centro Studi è garantire sistematicità e risorse alla ricerca sull'opera di Riccardo Zandonai e alla sua promozione, lavorando anche sul contesto musicale del primo Novecento.

 

Prossimi appuntamenti

 

Le Donne che aiutarono il giovane Zandonai

 

Matinée musicale

Ricostruzione storica e progetti

 

75° anniversario

Riccardo Zandonai

(Sacco di Rovereto, 28 maggio 1883 – Trebbiantico, Pesaro, 5 giugno 1944)

 

Sabato 8 giugno 2019 , ore 10.30

Sala Zandonai

Ala Tacchi, Palazzo Alberti Poja (piazza Umberto Savoia, MART, Rovereto)

 

Le Donne che aiutarono il giovane Zandonai

 

Il ruolo delle nobildonne roveretane nell'avvio della carriera artistica del musicista

 

Relatore: Carlo Todeschi

 

Una sintetica narrazione dei fatti e delle persone che agirono in maniera vantaggiosa e positiva agli esordi della carriera compositiva del giovane Riccardo Zandonai (1883-1944).

Il tutto si svolge in un'epoca storica che possiamo far corrispondere ad una fertile fin de siècle, all'interno di tre storiche famiglie trentine i cui esponenti attivarono una complicata ma significativa  rete di relazioni reciproche. Intersecandosi e sovrapponendosi tra loro influirono con decisione e in maniera positiva all'avvio della fortunata avventura artistica del giovane compositore trentino.

Si potranno ascoltare alcune liriche giovanili che Zandonai compose con l'intento di presentarsi all'interno di questo circolo intellettuale che poi lo catapultò nel mondo musicale italiano dell'epoca.

 

Sabato 8 giugno 2019

Matinée musicale

Ricostruzione storica e progetti

 

75° anniversario

 

Riccardo Zandonai

(Sacco di Rovereto, 28 maggio 1883 – Trebbiantico, Pesaro, 5 giugno 1944)

 

A 75 anni dalla morte di Riccardo Zandonai una matinée dedicata al musicista presenta una ricostruzione storica del tessuto culturale locale e la presentazione di un percorso di ricerca.

 

ore 10.30, Sala Zandonai, ala Tacchi di Palazzo Alberti Poja (piazza Umberto Savoia)

 

Le donne che aiutarono il giovane Zandonai.

Il ruolo delle nobildonne roveretane nell'avvio della carriera artistica del musicista

 

Carlo Todeschi (Centro internazionale di Studi “Riccardo Zandonai”)

 

 

ore 11.15, Sala universitaria di palazzo dell'Annona presso la Biblioteca Civica

 

Presentazione del nuovo progetto di valorizzazione del fondo Zandonai

L'edizione critica delle liriche inedite acquisite recentemente dall'Archivio:

uno straordinario 'caso' letterario e musicale, testimonianza del laboratorio creativo del compositore”

 

Gianmario Baldi (direttore della Biblioteca Civica)

Diego Cescotti (coordinatore del Laboratorio permanente R. Zandonai)

Giorgio Fasciolo (curatore della trascrizione critica dei manoscritti)

 

 

ore 11.45, 4 liriche da camera di Riccardo Zandonai

Ultima rosa (A. Fogazzaro)

I due tarli (L. Stecchetti)

L'assiuolo (G. Pascoli)

Sotto il ciel (V. Aganoor)

 

Sabina Willeit, mezzosoprano

Giorgio Fasciolo, pianoforte

 

Biblioteca Civica di Rovereto

Laboratorio permanente “R. Zandonai”

Centro internazionale di Studi “R. Zandonai”

Assessorato alla Cultura del Comune di Rovereto